Le linee sono aperte dalle 9 alle 19 dal Lun-Ven e 10-16 il Sabato

06 9480 5880 Live Chat
Si consiglia di assumere questi prodotti insieme a una dieta bilanciata e regolare esercizio fisico. I risultati potrebbero variare da persona a persona. Tutte le recensioni presenti su questo sito sono genuine e verificate.
  • Pagamento Alla Consegna

    Puoi pagare quando ricevi la merce a casa tua

  • Consegna gratis per ordini superiori ai 50€

    Ultima Spedizione 17.00

  • Migliaia di clienti soddisfatti!

    Recensioni indipendenti da Feefo

Come disintossicare il fegato

Purificare il fegato è un gesto semplice e naturale che può dare grandi benefici a tutto il corpo. Per questo motivo è una scelta che si può fare ogni giorno, in tutta sicurezza. Il fegato, infatti, è uno degli organi più importanti perché si occupa dell’eliminazione delle scorie e delle tossine nocive per tutto l’organismo. Mantenerlo sano e disintossicato è importante, vediamo perché.

Disintossicare il fegato: la scelta migliore

Il fegato è la ghiandola più grande del corpo umano e svolge funzioni vitali importantissime. Addirittura è in grado di sopperire alle funzioni della milza, quando questa viene a mancare. Chi fa le veci del fegato quando non funziona più bene? Nessuno, quindi è importantissimo averne cura. Disintossicare il fegato per ripulirlo dalle scorie e dalle tossine è un’azione doverosa nei suoi confronti, che andrebbe considerata come abitudine. È sufficiente modificare il proprio regime alimentare, introducendo cibi “amici” di questa ghiandola per disintossicare il fegato e migliorarne la funzionalità. Data l’importanza del fegato, quando funziona bene tutto l’organismo è in buona salute. Alcuni effetti sono visibili: il colorito appare meno spento e unghie e capelli, che sono sempre i primi elementi a segnalare che qualcosa non va, sono forti e resistenti. Altri effetti sono invece legati alla migliore assimilazione dei nutrienti, il tratto gastrointestinale funziona meglio e i tessuti sono più ossigenati.

Purificare il fegato diminuisce i rischi di malfunzionamento

I sintomi del malfunzionamento del fegato sono molteplici e prevedono, tra gli altri, stanchezza, malessere, perdita di appetito e calo del desiderio sessuale. Nei casi più gravi, compare l’ittero (la pelle assume un colorito giallastro) e possono insorgere sintomi quali nausea, vomito, febbre. Il malfunzionamento dipende dalla comparsa di specifiche patologie o dal sovraffaticamento epatico. Nel nostro piccolo, un naturaletrattamento disintossicante è un gesto che possiamo compiere per rimetterlo in carreggiata e prevenire il sovraffaticamento, per restituire al nostro corpo energia e vitalità.

Dal momento che purificare il fegato è un’azione naturale, basata sulla dieta, possiamo decidere in qualunque momento, indipendentemente dalla comparsa dei sintomi sopra citati, di prenderci cura di questa importante ghiandola. Tuttavia, purificare il fegato in particolari momenti serve come azione preventiva nei confronti dell’insorgere di patologie più serie, per questo disintossicare il fegato è sempre un'azione importante, uno dei più benefici tra i trattamenti detox naturali per il corpo.

Abitudini importanti per disintossicare il fegato

A proposito di abitudini, per mantenere la ghiandola in salute è sempre buona norma non abusare dei farmaci, che nel fegato vengono metabolizzati e scomposti per essere eliminati: il consumo eccessivo lo sovraccarica e è più in grado di lavorare bene. Prima di vedere quali sono gli alimenti che consentono di disintossicare il fegato vediamo quindi quali sono gli altri comportamenti che lo mettono nelle condizioni di non lavorare bene e, in particolare, quali sono i cibi che sarebbe meglio evitare (o ridurre). Tra gli alimenti in grado di dare un surplus di lavoro al fegato, e quindi vietati nella dieta detox vi sono i grassi di origine animale, salumi e insaccati, carni rosse. Colesterolo e grassi saturi contenuti in questi alimenti hanno un effetto molto negativo sul fegato e lo sovraffaticano. Allo stesso modo, è bene evitare i condimenti troppo speziati e ricchi di grassi, difficili da digerire, mentre dobbiamo tenere presente che alimenti trattati chimicamente (su tutti i cereali raffinati) sono da consumare in piccole quantità. Particolare attenzione, infine, per gli alcolici: la loro scomposizione genera ammoniaca e scorie azotate, sostanze in grado di interferire con il processo di rigenerazione cellulare; l’abuso di alcool satura il fegato provocando danni irreversibili.

Rinunciare a tutti questi alimenti è il primo passo per disintossicare il fegato e farlo funzionare bene. Tra i cibi “amici”, invece, possiamo annoverare frutta e verdura. In particolare, si possono privilegiare i vegetali contenenti grandi concentrazioni di Vitamina C, A ed E che favoriscono il benessere cellulare. Consumare cereali integrali, non raffinati, migliora la funzionalità epatica, mentre un alimento indicato dai dietologi per disintossicare il fegato, in grado di facilitare la secrezione della bile, è l’olio extravergine di oliva. Quando acquistate l’olio, verificate che sia ottenuto con procedimenti meccanici e non tramite “strippaggio” chimico per essere sicuri che sia veramente naturale.

Ci sono moltissimi prodotti naturali per purificare il corpo e disintossicarlo naturalmente: Scopri tutti i nostri prodotti naturali detox adatti a tutti. Per concludere, una considerazione: non è possibile individuare un momento migliore per disintossicare il fegato perché, in realtà, ogni istante è quello giusto per purificare il fegato dalle scorie in eccesso. Tutto questo non è impossibile: è sufficiente modificare la propria alimentazione per osservare da subito effetti benefici immediati e sarebbe un peccato non farlo.