Le linee sono aperte dalle 9 alle 19 dal Lun-Ven e 10-16 il Sabato

06 9480 5880 Live Chat
I risultati possono variare da persona a persona. Leggi qui il disclaimer.
  • Pagamento Alla Consegna

    Puoi pagare quando ricevi la merce a casa tua

  • Consegna gratis per ordini superiori ai 50€

    Ultima Spedizione 17.00

  • Migliaia di clienti soddisfatti!

    Recensioni indipendenti da Feefo

Si può sostituire Raspberry Ketone con lamponi freschi?

L'estratto naturale concentrato Raspberry Ketone è diventato molto noto grazie alle sue qualità di brucia grassi naturale, proprio a causa dell'importanza del Chetone di lampone estratto dai frutti di bosco, specialmente dai lamponi stessi. Ma è corretto sostituire l'integratore naturale con lamponi veri e propri? Se sì, in che quantità? Altrimenti qual è la ragione per cui non è possibile?

Sostituire l’assunzione di Raspberry Ketone con i lamponi freschi è possibile?

Questa domanda, che ci sentiamo spesso rivolgere, prevede una sola risposta: "No." Poiché neppure i bambini si accontentano di un “no” secco, ma chiedono subito “perché?” è doveroso spiegarvi il perché sia meglio non sostituire Raspberry Ketone con i frutti freschi.

I più attenti avranno notato che abbiamo usato l’espressione è meglio non sostituire, invece di non bisogna sostituire. Qui nel seguito vi spieghiamo il perché anche di questa scelta.

Partiamo da un esempio molto semplice: il profumo delle piante aromatiche che tutti noi usiamo in cucina dipende, tra l’altro, dalla quantità di acqua che arrivano alla foglia durante la crescita. Più la pianta è idratata, l’aroma sarà più diluito e, quindi, meno intenso.

Secondo lo stesso principio, se un nutriente è concentrato funziona meglio, di più e più velocemente. Seguendo il ragionamento, l'estratto di Raspberry Ketone si potrebbe sostituire con i lamponi freschi perché entrambi contengono gli stessi principi nutritivi, ma le quantità da assumere sono drasticamente diverse. Molto diverse: se nel caso dell’estratto si parla di 2 capsule al giorno, a parità di benefici bisognerebbe mangiare diversi chili di lamponi freschi al giorno! Tenete presente che non si parla di “dieta del lampone” da un giorno solo, ma sono necessari diversi mesi per apprezzare i risultati: posto che le vostre finanze vi permettano un simile investimento – i frutti di bosco freschi non sono esattamente a buon mercato- e posto che siate disponibili a una dieta monotona e poco salutare, la scelta sta a voi e al vostro medico curante, specialmente perché assumere chili di frutti rossi su base quotidiana potrebbe diventare un grosso problema per l’organismo.

Le differenze biologiche

Vediamo di capire perché esiste una netta differenza tra il consumo del frutto del lampone e quello del Raspberry Ketone: il frutto intero del lampone contiene un polifenolo, il chetone di lampone, che aiuta a perdere peso perché favorisce l’accelerazione del metabolismo e induce un senso di benessere generale nell’organismo. Come si diceva, sono necessari diversi chilogrammi di lamponi freschi per far sì che l’organismo reagisca e si attivi per bruciare i grassi: il contenuto di un singolo frutto si disperde nel nostro corpo e non riesce a stimolare l’attività metabolica. In più, le condizioni dell’ambiente in cui crescono le piante influenzano la concentrazione di polifenolo presente: a parità di peso di lamponi freschi consumati, non saremmo comunque sicuri di assicurare ogni giorno il corretto apporto di chetone di lampone al nostro organismo. In media, 1 kg di lamponi contiene tra 1 e 4 mg di principio attivo.

L’estratto naturale concentrato Raspberry Ketone, al contrario, è un integratore ottenuto direttamente dai frutti freschi di lampone e contiene giusta la quantità di chetone di lampone che serve per stimolare il metabolismo quotidianamente. Il controllo del ciclo di produzione dell’integratore, inoltre, fa sì che ogni pastiglia contenga e conservi la medesima alta concentrazione di questo importante polifenolo, indipendentemente dalla quantità di lamponi da cui si è partiti per produrre l’estratto naturale, senza però appesantire il corpo con le dosi di frutta che sarebbero necessarie a mantenere il metabolismo in funzione.

Se vi siete convinti del fatto che è più pratico e semplice assumere le compresse al posto dei frutti freschi, è legittimo porsi una seconda domanda: posso sostituire le compresse con il pasto così dimagrisco più in fretta? La risposta, in questo caso, è unica e secca: NO! Non si accelera l’effetto saltando i pasti, ma prestando attenzione a quello che si mangia. I pasti devono essere moderati, molto variati, e costituiti da alimenti semplici e facilmente digeribili e nessun integratore alimentare deve essere inteso come sostitutivo del pasto, ma solamente, come dice il nome, come aggiunta e integrazione.