Le linee sono aperte dalle 9 alle 19 dal Lun-Ven e 10-16 il Sabato

06 9480 5880 Live Chat
Si consiglia di assumere questi prodotti insieme a una dieta bilanciata e regolare esercizio fisico. I risultati potrebbero variare da persona a persona. Tutte le recensioni presenti su questo sito sono genuine e verificate.
  • Pagamento Alla Consegna

    Puoi pagare quando ricevi la merce a casa tua

  • Consegna gratis per ordini superiori ai 50€

    Ultima Spedizione 17.00

  • Migliaia di clienti soddisfatti!

    Recensioni indipendenti da Feefo

Detox, come funzionano i fanghi

Scopri come funzionano i fanghi detox. Questi fanghi disintossicanti, comunemente chiamati "fanghi anticellulite", sono un eccellente alleato per riattivare la microcircolazione, diminuire gonfiore e ritenzione idrica.

Tra tutti i metodi per raggiungere il benessere nella maniera più piacevole e antistress possibile, i fanghi d’argilla sono uno dei trattamenti detox per eccellenza. Spesso noti con l’appellativo di “fanghi anticellulite”, in realtà questo aspetto è una conseguenza della loro profonda azione depurativa che aiuta il corpo a riabilitare il microcircolo e diminuire gonfiore e ritenzione idrica. Per capire come funzionano, prima è bene sapere che cosa sono, ovvero come vengono formulati e creati.

La base attiva dei fanghi è la polvere finissima di argilla, una miscela di minerali nota da millenni per le sue proprietà cosmetiche e curative. In generale, quando si tratta di disintossicazione, si parla di argilla bianca, verde e rossa, in base al colore assunto dalla polvere, che dipende dal grado di ossidazione del ferro contenuto nella miscela. L’argilla bianca è la polvere solitamente più usata in cosmesi, quella verde ha un’azione depurativa, mentre quella rossa, ricca in ferro e povera di alluminio, viene utilizzata in medicina per contrastare le anemie.

Alla polvere di argilla destinata ai trattamenti disintossicanti vengono aggiunti oligoelementi e sostanze naturali che, come vedremo, hanno la funzione di rimuovere in profondità le tossine che influiscono negativamente sulla funzionalità dei nostri organi, i fanghi aiutano inoltre a potenziare l’azione emolliente, promuovere la funzionalità dei capillari e, cosa che non guasta, conferire all’impacco una gradevole profumazione che rende il trattamento un momento prezioso per il tuo benessere. Preparata la miscela in pochi minuti, la si applica sulla parte del corpo che si desidera trattare, dove si lascia in posa per circa mezz’ora in tutta tranquillità.

Passiamo ora al meccanismo con cui lavorano in profondità i fanghi anticellulite: l’argilla, vale la pena ricordarlo, non ha proprietà farmaceutiche e gli effetti detox sull’organismo sono conseguenza delle vere proprietà chimico-fisiche della miscela che non creano quindi effetti collaterali di nessun tipo. Quando l’impacco si secca a contatto con la pelle intrappola le cellule morte, che verranno eliminate nel togliere i bendaggi: ecco spiegato il motivo per cui la pelle appare da subito più tonica ed incredibilmente liscia al tatto. È anche improprio considerare l’argilla un idratante nel senso pieno del termine, dato che non è in grado di apportare acqua alle cellule. Al contrario, l’azione idratante sulla pelle è conseguenza della parziale occlusione dei pori che limita l’evaporazione, per cui è più corretto parlare di potere emolliente dei fanghi d’argilla.

Fatte queste premesse spieghiamo nel dettaglio come i fanghi esercitano la loro azione detox: il calore rilasciato dal bendaggio stimola la microcircolazione superficiale (ecco perché i fanghi si devono applicare caldi) e dilata i pori del derma. La vitamina E e gli altri elementi che arricchiscono la miscela hanno la funzione di rinforzare le pareti cellulari e favoriscono il transito delle impurità verso gli strati più superficiali della pelle. L’argilla, dal canto suo, per sua natura esercita un’azione assorbente, attraendo a sé le tossine e le impurità dell’organismo che restano imprigionate nel bendaggio. Per massimizzare il processo osmotico di trasferimento delle tossine è importante bere molta acqua, non solo durante il trattamento.

Altro effetto importante dei fanghi di argilla, diretta conseguenza dell’azione depurativa, è la capacità di contrastare la comparsa della cellulite: i fanghi detox, grazie alle sostanze con cui sono miscelati, svolgono un’azione anti edema e contrastano il ristagno dei liquidi intracellulari che sono tra i principali responsabili della formazione della pelle a buccia d’arancia. Il calore del bendaggio riattiva il microcircolo superficiale, mentre il potere antinfiammatorio dell’argilla riduce, applicazione dopo applicazione, l’infiammazione. L’utilizzo regolare dei trattamenti ai fanghi d’argilla non solo riduce visibilmente la cellulite nelle donne, ma proprio perché regola i meccanismi che la provocano, ne contrasta la formazione.