Le linee sono aperte dalle 9 alle 19 dal Lun-Ven e 10-16 il Sabato

06 9480 5880 Live Chat
Si consiglia di assumere questi prodotti insieme a una dieta bilanciata e regolare esercizio fisico. I risultati potrebbero variare da persona a persona. Tutte le recensioni presenti su questo sito sono genuine e verificate.
  • Pagamento Alla Consegna

    Puoi pagare quando ricevi la merce a casa tua

  • Consegna gratis per ordini superiori ai 50€

    Ultima Spedizione 17.00

  • Migliaia di clienti soddisfatti!

    Recensioni indipendenti da Feefo

Alcune delle diete più note per perdere peso

Sentiamo parlare continuamente di nuove diete miracolose, e ci chiediamo sempre se sarà finalmente quella perfetta per noi, che potremo seguire ottenendo risultati reali, o se, non sia, invece, l'ennesimo buco nell'acqua. Ecco un elenco delle diete che hanno avuto più successo al mondo, tra cui potrete capire quale si addice più a voi.

La moda delle diete, le diete di moda

Fate un salto in libreria, collegatevi a internet o accendete il televisore: comune denominatore di queste tre azioni è la presenza di diete per la perdita di peso. Elencare tutti i possibili consigli oggi in circolazione è impossibile e c’è sempre qualcuno di più o meno famoso che aggiunge materiale all’elenco già immenso. Alcune diete, veri e propri evergreen, tornano ogni anno puntuali come le rondini: una dieta non fa primavera, però di sicuro la annuncia. E’ la cosiddetta dieta della primavera, la cui parola d’ordine è “depurazione”. Tra gli ingredienti che, anno dopo anno, non mancano mai troviamo ananas, frutti rossi, liquidi a volontà, tè verde. Cui si aggiungono radicchio, rucola, tarassaco e altre insalate più o meno amare (se non è amaro non depura sembra essere la regola).

Poi la stagione avanza, comincia il caldo e la depurazione va in soffitta. Non i buoni propositi: l’obiettivo ora diventa la famigerata prova costume e la perdita di peso è la meta regina, che ci attende con il suo insindacabile giudizio davanti allo specchio…”Specchio specchio delle mie brame, chi è la più magra del reame?”. Spesso e volentieri questi regimi alimentari sono inventati sul momento e redatti da giornali che non sempre dispongono di un nutrizionista serio. Inoltre, è sempre bene aggiungere che ogni dieta dovrebbe essere prescritta personalmente, in base alle proprie caratteristiche che non sempre vanno d’accordo con i regimi alimentari proposti dalle riviste e dai siti di dimagrimento. Le diete, specie se lette su riviste di ambito non scientifico, andrebbero prese più come consigli o spunti e mai come dictat assoluti o regole di vita.

Una dieta per qualsiasi cosa

Nella giungla delle diete, bisogna dirlo, c’è un’ampia varietà a seconda di quello che si vuole ottenere davvero e di quello che si preferisce mangiare: dalla Dieta Monoprodotto(dieta del limone, dieta dell’ananas, dieta della banana), alla Dieta del tutto Crudo, fino alla Dieta delle Bacche e via dicendo. Direttamente dagli anni ’60 torna di quando in quando in voga anche la Dieta Proteica, quella che fa dimagrire ma, al tempo stesso, permette di aumentare la massa muscolare, nonostante tutti i problemi che una dieta proteica prolungata può apportare al fisico.

Per dimagrire in maniera intensiva e in modo efficace vi è la Dieta Dissociata, di cui se ne conoscono diverse varianti. Quella classica messa a punto da Antoine nel 1968 prevede di consumare un solo tipo di alimento al giorno, domenica esclusa. L’ultimo giorno della settimana è “libero” e si possono mischiare gli alimenti a piacimento. Una decina di anni più tardi si fa strada Montignac, un francese che dopo aver proposto diverse diete unendo vari metodi differenti, fissa come parametro di valutazione l’indice glicemico. Un primo pasto esclude i glucidi ed è a base di grassi e proteine, l’altro esclude i lipidi mentre privilegia cibi a basso indice glicemico e proteine. Banditi dalla tavola, sempre e comunque, grassi saturi, caffè e alcool.

In libreria, ma non solo, spopola la Dieta Dukan, sulla cresta dell’onda da oltre 30 anni, secondo la quale la perdita di peso si raggiunge con un approccio strutturato e rigoroso attraverso un percorso organizzato in quattro fasi distinte: attacco, crociera, consolidamento e stabilizzazione. Oltre a fissare un elenco di alimenti da introdurre ed eliminare di volta in volta in funzione della fase “operativa”, la dieta Dukan sottolinea – cosa importante – il ruolo dell’attività fisica. Fare esercizio fisico è indispensabile per aumentare il dispendio energetico e, al tempo stesso, rassodare e tonificare. Anche su questa dieta i medici hanno molto da ridire, specialmente per l’eliminazione di nutrienti necessari per un corpo sano.

Altrettanto famosa e controversa è la Dieta Atkins; spesso criticata perché, nonostante pare sortire i risultati sperati e consente una perdita di peso rapida, è piuttosto sbilanciata ed apertamente in contrasto con i dettami della dieta mediterranea. La dieta Atkins è diventata molto famosa a causa degli immediati risultati che può apportare un regime alimentare che taglia la quasi totalità dei carboidrati, mirando a soddisfare i bisogni quotidiani grazie a grassi e proteine. I rischi della dieta Atkins riguradano, infatti le carenze che una dieta ipoglicemica può avere: per funzionare, il sistema nervoso necessita di circa 120 g di glucosio ogni giorno, se non vengono apportati ( e la dieta ne consuma la riserva in poco tempo) il corpo può soffrire di costipazione, nausea, insonnia.

Stabilire quale sia la dieta migliore è un’impresa ardua e molto dipende dalla determinazione di ognuno e dal metabolismo, che può reagire più o meno prontamente. Considerato che una dieta sbagliata può avere serie ripercussioni sulla salute, tuttavia, è sempre bene valutare attentamente pro e contro di ognuna e non fermarsi mai sulla dieta in voga in quel particolare momento.