Le linee sono aperte dalle 9 alle 20 dal Lun-Ven e 10-16 il Sabato

06 9480 5880 Live Chat
  • Pagamento Alla Consegna

    Puoi pagare quando ricevi la merce a casa tua

  • Consegna gratis per ordini superiori ai 50€

    Ultima Spedizione 17.00

  • Migliaia di clienti soddisfatti!

    Recensioni indipendenti da Feefo

Le Controindicazioni della Spirulina

La Spirulina è una microalga commestibile utilizzata sin dai tempi più remoti per via delle sue molteplici proprietà benefiche ed energizzanti per l’organismo umano. Ricca di ferro, betacarotene e proteine rappresenta un vero e proprio toccasana per la salute, tant’è che persino gli antichi Romani si avventuravano nei laghi salati alla ricerca di questa preziosa alga. Tuttavia, nonostante la sua azione vitaminica e le sue proprietà dietetiche e terapeutiche, molte persone continuano a interrogarsi su quali siano le possibili controindicazioni della Spirulina dovute ad errate modalità di assunzione o a casi specifici e molto particolari.

Controindicazioni Spirulina

Alga spirulina tagliata su vassoio di legno

Spesso a numerose proprietà benefiche e curative corrispondono altrettanti effetti collaterali dovuti a un dosaggio sbagliato o all’assunzione di questa sostanza in condizioni fisiche particolari. Nonostante questa premessa iniziale è bene precisare che numerosi test scientifici eseguiti su questa microalga hanno evidenziato come la Spirulina non presenti particolari controindicazioni specifiche per la salute generale di chi decide di cibarsene, salvo casi isolati che elencheremo più avanti. Infatti in linea di massima gli estratti a base di quest’alga possono essere assunti a tutte le età senza incorrere in preoccupanti manifestazioni dannose per la salute.

Tuttavia alcuni effetti collaterali della Spirulina possono verificarsi a causa di un errato dosaggio, di un’assunzione incontrollata della sostanza o dall’utilizzo poco bilanciato di quest’ultima durante i periodi di gravidanza e all’interno di un regime alimentare più vasto. Inoltre può causare problemi anche alle persone affette da disfunzioni alla ghiandola tiroidea o che presentano problemi al sistema immunitario attraverso frequenti malattie autoimmuni.

Cerchiamo ora di scendere più nel dettaglio e fare chiarezza sulle controindicazioni della Spirulina punto per punto nella speranza di fornire una guida più dettagliata e completa a un uso consapevole e controllato di questa sostanza benefica e 100% naturale.

Effetti collaterali da disintossicazione

I più probabili effetti collaterali causati dall’assunzione di Spirulina consistono in alcuni lievi attacchi di vomito, mal di testa, prurito, gonfiore addominale e sonnolenza. Nulla di preoccupante, infatti questi effetti non sono altro che il segnale del fatto che gli estratti di alga spirulina stiano agendo efficacemente sul nostro organismo depurandolo dalle scorie e dalle tossine in eccesso che accumuliamo di giorno in giorno. Se questi primi sintomi dovessero verificarsi consigliamo semplicemente di portare il dosaggio quotidiano a livelli più bassi. Il più grande errore che si compie molto spesso, in tutti i campi, è quello di pensare che “maggiore è la dose e maggiori saranno i risultati” quando, al contrario, sappiamo tutti che spesso non è così. Pertanto prendersi una leggera pausa e ricominciare il trattamento con dosi decisamente più moderate può essere la via d’uscita per evitare queste spiacevoli controindicazioni dell’alga spirulina.

Spirulina e Tiroide

Sos tiroide

La relazione tra proprietà benefiche della Spirulina ed eventuali disfunzioni e anomalie legate all’attività della ghiandola tiroidea sono state dimostrate più e più volte. Allo stesso modo sono state evidenziate anche numerosi controindicazioni dovute all’assunzione degli estratti dell’Alga Clorella nei soggetti che presentano disturbi alla tiroide. L’alga Spirulina, da cui proviene il prezioso batterio con cui vengono confezionate numerose confezioni di polveri idrosolubili o integratori in capsule, presenta elevate quantità di iodio in grado di agire e condizionare la naturale attività della ghiandola che regola la tiroide. Nel dettaglio è bene distinguere ulteriormente tra effetti e controindicazioni della spirulina in casi di ipotiroidismo e ipertiroidismo:

Spirulina e Ipertiroidismo

Nel caso di soggetti affetti da ipertiroidismo, ovvero che presentano un’attività fisiologica particolarmente intensa della ghiandola tiroidea, gli effetti dell’assunzione della Spirulina potrebbero essere nefasti e disturbanti per la salute complessiva dell’individuo. L’alta concentrazione di Iodio presente negli estratti dell’alga stimolerebbe ulteriormente la produzione di ormoni tiroidei portando l’attività della tiroide a livelli eccessivamente elevati e, quindi, particolarmente dannosi. Questa evidente controindicazione della spirulina può portare a numerosi effetti collaterali tra cui insonnia, nervosismo, irritabilità, perdita di peso, ansia e anche un aumento spropositato della sudorazione. Per evitare spiacevoli problemi e controindicazioni vi consigliamo di consultare il vostro medico e, nel caso, assumere piccole dosi di spirulina di volta in volta monitorando lo stato di salute costantemente.

Spirulina e Ipotiroidismo

Al contrario è stato dimostrato come la spirulina non presenti particolari controindicazioni nelle persone che soffrono di ipotiroidismo. Infatti l’alta concentrazione di Iodio nella spirulina riesce a stimolare la produzione degli ormoni necessari al corretto funzionamento della tiroide. Nelle persone che soffrono di ipotiroidismo il problema principale è dovuto dalla scarsa reattività della tiroide e alla sua azione particolarmente lenta. Grazie a un corretto consumo di spirulina è possibile correggere l’attività della ghiandola tiroidea senza incorrere in alcun tipo di effetto collaterale o controindicazione. Tuttavia è bene ricordare che a dosi maggiori non corrispondono risultati migliori, pertanto è di fondamentale importanza seguire le linee guida all’assunzione della spirulina e rispettare i dosaggi consigliati per non incorrere in ulteriori effetti collaterali.

Spirulina e Malattie Autoimmuni

Le controindicazioni della Spirulina possono essere anche particolarmente accentuate in caso di assunzione della sostanza in soggetti che presentano alcune malattie autoimmuni dovute a una disfunzione nella produzione delle cellule immunitarie. Diversi studi del Medical Center dell’Università del Maryland confermano questa tesi. La Spirulina, infatti, stimola la produzione di queste cellule e potrebbe rendere ancora più evidenti i sintomi amplificando questo tipo di malattie e peggiorando la salute del paziente. E’ il caso specifico dell’artrite reumatoide, sclerosi multipla e in generale di tutte le malattie dovute a un’attività incontrollata del sistema immunitario. Per evitare spiacevoli sorprese, nel caso soffriate di malattie autoimmuni, vi consigliamo di consultare il vostro medico prima di assumere la sostanza.

Spirulina e Gravidanza

Sempre più donne si chiedono quali siano le possibili controindicazioni della spirulina in gravidanza e i possibili effetti collaterali dovuti dall’assunzione di questa sostanza. Chiariamo una volta per tutte che l’assunzione di spirulina in gravidanza, se assunta nelle giuste quantità, non presenta alcuna controindicazione. Anzi, al contrario, protegge il feto dal cadmio, un metallo pesante potenzialmente nocivo presente in numerosi alimenti come il riso e che potrebbe portare ad alcuni problemi di salute nel neonato. Per questo motivo è particolarmente indicata l’assunzione della spirulina nei nove mesi di gravidanza e, allo stesso tempo, si consiglia di prolungarne l’assunzione anche durante il periodo di allattamento avendo cura di aumentare gradualmente il dosaggio nei primi 3-4 giorni successivi al parto. Tuttavia, anche in questo caso, una dose giornaliera troppo elevata e sproporzionata potrebbe portare a degli squilibri nell’organismo andando a compromettere la salute generale della madre e del suo ospite.

Come evitare le controindicazioni di Spirulina

Il modo migliore per evitare le spiacevoli controindicazioni di Spirulina è quello di prestare particolare attenzione al dosaggio prima di aggiungere questa sostanza ai vostri piatti e bevande. E’ risaputo che in molti casi è “la dose a fare il veleno”, pertanto se volete beneficiare dell’apporto nutritivo e degli effetti positivi sul vostro organismo dovuti a Spirulina vi basterà non eccedere la dose giornaliera e, nei casi più a rischio, ridurne il consumo a giorni alterni e in quantità nettamente minori a quelle canoniche. Per questo motivo può essere molto utile servirsi di prodotti sicuri a base di Spirulina come capsule e polveri concentrate. In questa maniera potrete regolare a priori il dosaggio avendo pieno controllo sul quantitativo di Spirulina che andrete a ingerire di volta in volta evitando un possibile sovra dosaggio e, di conseguenza, le fastidiose controindicazioni che ne derivano.

Inoltre molto spesso l’alga spirulina, se non proviene da colture biologiche, potrebbe contenere al suo interno alcuni metalli pesanti e altre sostanze tossiche potenzialmente dannose per la salute. Pertanto è di fondamentale importanza acquistare prodotti biologici e controllati per non vanificare gli effetti benefici di Spirulina e, in alcuni casi, inquinare ulteriormente il proprio organismo.

Capsule a base di Spirulina

Le Capsule a base di Spirulina possono essere assunte prima dei pasti. Ogni capsula contiene circa 250mg di Spirulina pura e concentrata. La dose raccomandata si aggira intorno ai 1000mg, quindi 4 capsule al giorno prima dei pasti principali. Tuttavia si può aumentare discrezionalmente la dose fino a un massimo di 2500mg, quindi 10 capsule. Si raccomanda di non eccedere la quantità consigliata per non incorrere nelle controindicazioni di Spirulina sopra elencate e beneficiare a pieno delle proprietà energizzanti, antiossidanti e di riduzione del colesterolo.

Polveri idrosolubili a base di Spirulina

polvere spirulina

Allo stesso modo anche le Polveri a base di Spirulina presentano gli stessi vantaggi delle capsule, con la peculiarità di insaporire i vostri piatti e le vostre bevande in maniera semplice e veloce. Basterà infatti aggiungere agli infusi o alle pietanze uno o due cucchiaini di Spirulina in polvere per beneficiare delle proprietà di questa sostanza e tenere conto di quanta sostanza state assumendo di volta in volta.

In questo senso la dose consigliata varia da 1 ai 2,5 grammi al giorno per le persone con uno stato di salute buono e sano e che decidono di utilizzare Spirulina in polvere o in capsule. Al contrario, per chi dovesse presentare alcune patologie sopra elencate, consigliamo di ridurre il consumo a massimo 1 grammo al giorno, e in alcuni casi particolari anche meno a seconda delle personalissime esigenze di ognuno. Ricordiamo inoltre che aumentare indistintamente l’uso di questa sostanza biologica e naturale non permette di aumentare di pari passo i benefici ma, al contrario, vi renderà più vulnerabili alle controindicazioni di Spirulina precedentemente elencate.

Iscrizione
alla Newsletter