• Pagamento Alla Consegna

    Puoi pagare quando ricevi la merce a casa tua

  • Consegna Gratis Sopra 50€

    Spedizione il giorno stesso per ordini entro le 17

  • Protezione dei Dati del Cliente

    I tuoi dati sono al sicuro con noi

Integratori di Omega 3

Sono innumerevoli i prodotti sul mercato che promettono, tramite l'assunzione di pillole o di polveri, di integrare nutrienti essenziali che non riusciamo ad acquisire per svariati motivi tramite la nostra alimentazione. Sul podio di questi prodotti, a fianco agli integratori per dimagrire, spiccano certamente gli integratori di Omega 3 , acidi essenziali (assieme agli Omega 6) le cui funzioni sono fondamentali per il corretto funzionamento del nostro organismo. Il motivo del successo di questi prodotti è presto detto: le diete occidentali sono in genere più povere di Omega3, e quindi carenti di grassi essenziali per il nostro organismo.

I cosiddetti Omega 3 sono degli acidi grassi polinsaturi essenziali, sostanze di cui l'organismo ha estrema necessità. Il corpo non è infatti in grado di sintetizzarli, e può sopperire alla loro mancanza solo tramite l'alimentazione. La loro azione è comunemente associata ad effetti positivi per la salute, soprattutto per ciò che concerne il sistema circolatorio e il sistema nervoso. Una sana alimentazione è sempre la base imprescindibile di una corretta assunzione di nutrienti, e ciò vale anche per gli Omega 3.

COME AGISCONO GLI OMEGA 3

Già nel XX Secolo era stato riscontrato che alcune popolazioni di Eschimesi, con un'alimentazione a base prevalentemente di prodotti marini, presentavano un rischio significativamente ridotto di arteriosclerosi. A partire da questi studi si è scoperto che gli integratori di Omega 3, dopo l'assunzione, si integrano ai tessuti, in particolare ai tessuti del sistema nervoso e del cuore, agendo in modo da rendere più fluide le membrane cellulari, fornendo un effetto antinfiammatorio e aiutando la corretta formazione dei tessuti di cuore e cervello, la cui salute dipende per l'appunto anche da livelli adeguati di Omega 3. L'effetto benefico sulla circolazione dipende invece dalla capacità degli Omega 3 di mantenere sotto controllo il colesterolo e trigliceridi nel sangue. Adeguati livelli di omega tre garantiscono una protezione maggiore all'esposizione di malattie quali ictus, diabete e altre patologie circolatorie . Aumentano inoltre il cosiddetto colesterolo buono e influiscono anche sulle corrette funzioni intestinali. Su presunti effetti antitumorali, invece, la scienza non è ancora stata in grado di pronunciarsi.

ALA,EPA,DHA.

L'Acido alfa-linolenico (Ala) , contenuto nei principali integratori di Omega 3, non viene sintetizzato dall'organismo e ha la comprovata capacità di mantenere i livelli di colesterolo nel sangue nei limiti . Solo in seguito viene convertito dall'organismo in Epa e DHA, i tre acidi davvero responsabili dei numerosi benefici per l'organismo cui abbiamo accennato, come regolare la pressione, garantire un corretto funzionamento del cuore, il normale sviluppo del cervello e la salute della vista.

OMEGA3:FONTI NATURALI O INTEGRATORI?

Gli Omega 3 di origine vegetale contengono acidi ALA, che l'organismo avrà il compito di convertire in EPA e DHA, la cui efficacia però si perde durante processo di assimilazione. Gli Omega 3 di origine marina, invece, garantiscono un apporto maggiore di Epa e DhA, e abbondano nel pesce e negli Oli marini. Le razze di pesce che forniscono quantità più elevate di Omega 3 sono il salmone, il tonno ,le sardine o il pesce spada, pietanze tipiche della nostra cucina mediterranea.

Gli integratori alimentari a base di Omega 3 di origine marina sono in grado , grazie a dosi con elevate concentrazioni giornaliere, di potenziare l'apporto di acidi essenziali all'organismo.Gli integratori di Omega 3 di origine vegetale, invece, sono per lo più prodotti a base di microalghe , ma possiamo assumere omega 3 vegetali anche con le noci, i semi di lino e di soia, i semi di chia, e con alcune verdure a foglia verde, ricche di acido alfa-linolenico . Nel caso degli integratori commerciali, è sempre bene quindi verificare la fonte e la provenienza degli ingredienti. Gli integratori alimentari di Omega 3 più diffusi forniscono nutrienti ottenuti principalmente dall'Olio di pesce o dall'Olio di Krill. La potenza e l'efficacia dell'integratore dipenderà dalla concentrazione di Epa e di DHA , oltre che dall'assenza di contaminanti e, ovviamente, dalla qualità di partenza delle fonti.

CHI PUO' GIOVARNE?

Potresti avere bisogno di un Integratore di Omega 3:

  • se vuoi salvaguardare la salute cardiovascolare, agendo sulla pressione tramite ingredienti naturali
  • se segui una dieta dimagrante che contempli la necessità di di abbassare i trigliceridi
  • se hai bisogno di integrare il fabbisogno giornaliero di acidi essenziali nel caso di una dieta povera o priva di pesce.

Gli Integratori di Omega3 possono inoltre costituire un valido sostegno a diete ipocaloriche, o per potenziare l'effetto di integratori brucia-grassi, e sono consigliate nel caso di regimi dietetici che prevedono una scarsa assunzione dei prodotti del mare, per motivi di intolleranze o di scelte alimentari.Gli effetti benefici e salutari degli integratori di Omega 3 sono riscontrabili solo come potenziamento ad una vita sana caratterizzata da un'alimentazione equilibrata associata ad una regolare attività fisica. (sono persino assunti da alcuni sportivi per la loro azione antinfiammatoria e per prevenire la cosiddetta “anemia dell'atleta”). Se dunque una dieta ricca di Omega 3 è ampiamente auspicabile in ogni caso, la necessità di un integratore dipenderà da una valutazione complessiva della nostra alimentazione, tenendo conto che la scienza medica consiglia una dose giornaliera di Omega3 non inferiore ai 250 mg, corrispondenti orientativamente a 3-4 porzioni settimanali di pesce grasso. Molti integratori ALA contengono anche vitamina E che è stata studiata per ottimizzare l'assimilazione e l'assorbimento degl iOmega3 nell'organismo. Molti Oli di pesce in commercio, d'altronde, contengono omega7 e non Omega3, ed è sempre bene quindi leggere attentamente le etichette. Esiste inoltre un sistema di certificazione (l'IFOS: International Fish Oil Standards) che attesta la qualità degli integratori di di EPA e DHA. Non bisogna mai dimenticare che l'obiettivo è mantenere livelli ottimali di Omega 3, non aumentare a dismisura le quantità, operazione che non ha senso per la nostra salute.L'integrazione di Omega 3 risulta inoltre indicata per alcune specifiche patologie della retina tipiche dell' età senile. Aumentando la coagulazione del sangue, possono essere controindicati per coloro che seguono terapie con anticoagulanti o antinfiammatori. Negli altri casi, nonostante la quasi totale assenza di effetti collaterali , è comunque un bene consultare un medico o un nutrizionista prima di optare per un integratore alimentare o sottrarre/aumentare nutrienti dalla nostra alimentazione quotidiana.

Qual è la differenza tra Omega 3-6-9 ?

Cominciamo con la categoria che troviamo di più nella nostra dieta: omega 9. Questi sono acidi grassi monoinsaturi, principalmente presenti nell'olio di oliva, ma anche nell'olio di avocado o noci. L'omega 9 più comune è l'acido oleico. La metà dei grassi che consumiamo sono omega 9. Non sono quindi classificati come acidi grassi "essenziali": l'assunzione giornaliera di cibo è così elevata che una carenza è quasi impossibile.

Poi arriva l'omega 6: questa volta, è più nella borragine che nei semi di girasole che li troviamo. L'acido grasso all'origine di questa famiglia è l'acido linoleico o AL. L'Istituto nazionale di alimentazione raccomanda di consumare tra 2 e 4 g di omega 6 al giorno. Gli omega 6 si trovano sul sesto carbonio della catena lipidica che si trova l'atomo di carbonio insaturo.

Nel caso di Omega 3, è sul terzo carbonio della catena che si trova l'atomo insaturo. Il precursore di omega 3 è l'acido alfa-linolenico o ALA. Gli Omega 3 si trova principalmente negli animali marini (pesci grassi) e nelle piante terrestri (soia, lino, ecc.). Nella famiglia degli omega 3 vengono rilasciati due acidi grassi: acido eicosapentaenoico (EPA) e acido docosaesaenoico (DHA). ANSES ha dimostrato che un deficit di EPA e DHA, nonché uno squilibrio tra l'assunzione di omega 3 e 6, possono danneggiare la salute nutrizionale.

Prodotti Consigliati